CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA, TIROCINI E FORMAZIONE: LE AUDIZIONI DELL’ASSESSORE LEO IN VI COMMISSIONE

L’aggiornamento della situazione inerente la cassa integrazione in deroga, argomento principale su cui si è discusso in VI Commissione svoltasi in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza. L’assessore Sebastiano Leo ha chiarito che senza alcun spirito polemico adesso tocca all’INPS erogare i pagamenti della Cigd, visto che la Regione Puglia ha terminato la valutazione delle domande pervenute da parte ...

Leggi Articolo »

AGRICOLTURA, DISASTRO DELLA GIUNTA EMILIANO. IL TAR ANNULLA LE GRADUATORIE DELLA REGIONE PUGLIA PER I FONDI ALLE IMPRESE AGRICOLE: BLOCCATI DECINE DI MILIONI DI EURO

Il Tar annulla le graduatorie della Regione Puglia per i fondi alle imprese agricole: bloccati decine di milioni di euro. La dotazione finanziaria di 1.616 milioni è stata impiegata solo al 31%, la regione Puglia è l'ultima in Italia per l'utilizzo dei fondi nazionali ed europei contro una media nazionale del 46%. Restano da spendere 1.111 milioni di euro. Un disastro per il mondo agricolo pugliese che, ancor di più in questa delicatissima fase economica, attende aiuti per ripartire e per risollevare le sorti delle proprie aziende. Sono state denunciate gravi e pesanti irregolarità nell'attribuzione dei punteggi utili ai fini dell'inserimento in graduatoria delle aziende agricole e ciò ha portato all'esclusione di ben 1340 domande su 2000. Emiliano, senza alcun ritegno, continua a trattenere per sè le deleghe dell'assessorato all'agricoltura e alla sanità, non valutando necessaria la nomina di nuovi assessori. Le imprese agricole, già in crisi pagano ora anche l'incapacità della regione Puglia, rimanendo senza le risorse fondamentali per la ripresa mentre Emiliano, passando da un salotto televisivo all'altro, non fa altro che pensare alla data delle prossime elezioni.

Le graduatorie della misura 41A del P.S.R. (Programma di Sviluppo Rurale) sono state ritenute nulle dal Tar di Bari: bloccati quasi 500 dei 1.616 milioni di investimenti destinati alle aziende agricole. La dotazione finanziaria di 1.616 milioni (il contributo del fondo europeo per l’agricoltura è pari a 978 milioni) è stata impiegata solo al 31%, la regione Puglia è l’ultima ...

Leggi Articolo »

CONCA: “ALLA RICERCA DELLE MASCHERINE PERDUTE”

Arcuri accusa le Regioni di avere nei magazzini 50 milioni di mascherine che non stanno distribuendo facendo fare brutte figure al livello nazionale. Le regioni hanno detto che non è vero ciò che dice, infatti le stanno dando a chi vogliono loro, senza un criterio, senza trasparenza e senza vigilare nei comuni dove la consegna dei DPI diventa, spesso, un ...

Leggi Articolo »

CONCA: “EMILIANO ABBANDONA L’AUDIZIONE PER ANDARE A FAR LA STAR IN TELEVISIONE”

Stamattina ho partecipato all’audizione virtuale convocata dal Presidente della VII Commissione, programmata da molto tempo, in cui Emiliano sarebbe dovuto venire a parlare di elezioni regionali 2020. Abbiamo prima dovuto rimandare di 20 minuti per attendere che terminasse il suo collegamento su Rai 1 dove stava a fare lo star, dopodiché ha propinato il suo comizio agli astanti collegati, raccontandoci ...

Leggi Articolo »

CONCA SCRIVE ALLA PROVINCIA METROPOLITANA: “ULIVI DECAPITATI DAGLI ADDETTI ALLA MANUTENZIONE DEL VERDE SULLA EX 98 ALL’ALTEZZA DI RUVO”

  Ho inviato oggi tramite P.e.c. alla Città Metropolitana di Bari una lettera per far presente che gli addetti alla manutenzione del verde non stanno effettuando in maniera affatto adeguata i loro interventi sulla strada provinciale 231 (ex 98) all’altezza di Ruvo di Puglia.   Egregi signori, la presente per informarvi che da qualche settimana stiamo assistendo lungo la strada ...

Leggi Articolo »

IMPIANTO COMPOSTAGGIO A GRUMO, CONCA: “C’E’ UN’ALTRA BOCCIATURA DAL TAR, A VUOTO IL RICORSO PRESENTATO DALLA PROMETEO”

Bocciato dal Tar il ricorso presentato dall'impresa Prometeo che ha, invece, accolto le ragioni dell'azienda agricola di Giovanni De Vita. L'impresa Prometeo non ha ottenuto la compatibilità urbanistica per l'erigendo impianto di compostaggio rispetto al P.U.G. di Grumo Appula. L'impianto di stoccaggio, che avrebbe dovuto produrre fertilizzanti e compost, non è mai stato inaugurato: è un mega-capannone vuoto, definito l'astronave dei rifiuti, che avrebbe dovuto trasformare centinaia di tonnellate al giorno di scarti organici. Mario Conca ha sostenuto la battaglia del bellicoso comitato ambientalista locale presentando un esposto alla Procura della Repubblica e chiedendo di approfondire le criticità ambientali del progetto Prometeo il cui manufatto ricade in una zona di pregio naturalistico sottoposta a tutela comunitaria, in un'area contigua al Parco Nazionale dell'aAlta Murgia oltre che in una zona soggetta a numerosi altri vincoli ambientali previsti dal piano paesaggistico regionale. L'impianto si trova, inoltre, nei pressi di un deposito di esplosivi e anche vicino alla condotta principale dell'acquedotto che sarebbe potenzialmente esposta a rischio inquinamento.

  Il Tar Puglia accogliendo il ricorso dell’azienda agricola di Giovanni De Vito, ha dichiarato inammissibile quello dell’impresa Prometeo che intendeva ottenere la compatibilità urbanistica per l’erigendo impianto di compostaggio rispetto al P.U.G. di Grumo Appula (piano urbanistico generale).  Il Tar Puglia ha accolto le ragioni  dell’azienda agricola sostenendo che l’attività di molitura e di produzione delle olive non si ...

Leggi Articolo »

UNA PUGLIA DA GUINNESS DEI PRIMATI, CONCA: “SIAMO L’UNICA REGIONE A ZERO U.S.C.A.”

La Puglia è l'unica regione italiana a zero U.S.C.A. Non sono state attivate le unità speciali di continuità assistenziale, dovevano essere una ogni 50.000 abitanti ed avevano mandato di gestire in assistenza domiciliare i pazienti che non necessitavano di ricovero. In Emilia-Romagna si registrano i tassi di copertura più alti al 91%, in Trentino Alto-Adige al 84%, in Lombardia, in cui non si è puntato sulla medicina territoriale, al 20%, in Sicilia al 3%, in Campania al 4% mentre la Calabria si difende bene tra le regioni meridionali con un 36% di copertura. Unica regione italiana i cui dati non sono pervenuti è la Puglia. Complimenti al presidente Emiliano e alla solerzia con cui riveste la carica di assessore.

Una Puglia da guinness dei primati. Siamo l’unica regione a zero Usca, siamo la regione che fa meno tamponi di tutte le altre, siamo l’unica regione che utilizza le buste dell’immondizia come calzari, siamo l’unica regione che ha un presidente che sta sempre in TV, siamo l’unica regione che non ha un vero assessore alla sanità, siamo gli unici ad ...

Leggi Articolo »

CONCA SCRIVE AD EMILIANO: “RIABILITAZIONE LASCIATA A SE STESSA”

Toccante testimonianza del padre di un bambino con paralisi cerebrale il quale denuncia che mentre le attività commericiali, industriali e artigianali hanno riaperto il 4 maggio quelle della sanità ordinaria non sono ancora ripartite. La sua denuncia si riferisce, nella fattispecie, ai servizi dedicati ai disabili come quelli della riabilitazione. Il figlio del signor Nicola, di cui Mario Conca pubblica la lettera inviata ad Emiliano, da due mesi, pur affetto da cerebrolesione, non fa fisioterapia. Emiliano non ha ancora risposto all'accorato appello del padre del bambino e per questo Mario Conca, in una lettera successiva, lo ha sollecitato a rispondere. Per evitare danni devastanti al figliolo il signor Nicola si è rivolto a centri fisioterapici privati. La mancata fisioterapia, in una fase di crescita può danneggiare irreparabilmente un cervello affetto da paralisi. Il padre del bambino riferisce di aver atteso il 4 maggio ma nessun servizio riabilitativo è stato riattivato anzi le risposte sono state evasive, si è parlato di giorni, si è espresso dispiacere per il disagio ma non si potuto procedere per mancanza di indicazioni dall'alto. Visto il riferimento "al livello più alto" il papà ha scritto direttamente ad Emiliano: "Fa male, molto male. Si parla di far ripartire gli allenamenti individuali o addirittura l'allenamento o l'addestramento degli animali mentre per chi quegli allenamenti sono vitali restano solo le frasi di circostanza e di compatimento che spesso noi famiglie con disabili a carico siamo costrette ad ascoltare".

Presidente Emiliano,  le inoltro la e-mail che le ho inviato l’11 aprile scorso a cui, oltre a non dare risposta, non ha mai dato seguito. Le scrivo per sollecitarle oltremodo la riattivazione della riabilitazione domiciliare, la cui interruzione ha fatto preoccupare migliaia di famiglie, ha negato diritti, ha aggravato quadri clinici e provocato morti per inattività prolungata.  Tanti mi hanno ...

Leggi Articolo »

INFORMATORI SCIENTIFICI, CONCA SCRIVE AD EMILIANO: “LA PUGLIA SI ADEGUI ALLE ALTRE REGIONI”

Gli informatori scientifici, denuncia Mario Conca, sono rimasti fuori, finora, dalle ordinanze emanate a livello regionale: la loro attività non risulta ancora disciplinata e loro denunciano, per voce del presidente Antonio Mazzarella, che stanno soffrendo per via della mancata redditività imposta dal confinamento. In altre regioni hanno già definito il riavvio delle attività. Il presidente Mazzarella, in una sua lettera lamenta di non aver ricevuto alcuna risposta da Emiliano che, evidentemente, non ha in nessuna considerazione gli informatori scientifici che sono molto contrariati da questo suo atteggiamento: vogliono essere considerati come tutti gli altri lavoratori. "L'ostinazione del presidente Emiliano a non volerci ascoltare non è nè più comprensibile nè più giustificabile" denuncia Mazzarella. Il presidente chiede la disponibilità per un incontro con Emiliano e si attende, questa volta, una sua risposta anche per mostrare quali opportunità possano offrire gli informatori scientifici alla sanità regionale.

Presidente Emiliano, sono qui a reiterarle l’appello del Presidente nazionale della F.e.d.a.i.i.s.f.  (lo riporto in calce perché non ha ottenuto risposta) che scrive in rappresentanza dei circa 1500 informatori scientifici che operano in Puglia. Loro sono rimasti fuori dalle ordinanze fino ad oggi emanate dalla nostra Regione, alcuni li conosco personalmente e mi hanno sollecitato attenzioni, ma so che tutti ...

Leggi Articolo »

IL FLOP DELLE U.S.C.A. IN PUGLIA, CONCA: “LE UNITA’ SPECIALI DEVONO PARTIRE DIRETTAMENTE DALL’OSPEDALE”

Le U.SC.A. previste dal D.P.C.M. del 9 marzo e che dovevano essere operative entro dieci giorni, in Puglia ad un mese e mezzo dal provvedimento, non sono state ancora attivate. Le task-force di medici si sarebbero dovute occupare della gestione domiciliare dei pazienti Covid-19, curandoli a casa ed evitando che le loro condizioni si aggravassero. Le U.S.C.A. in Puglia non partiranno: non ci sono dottori disponibili, pochissime le adesioni all'avviso mentre in alcuni distretti addirittura nessun medico avrebbe accettato di partecipare. Non vogliono farsi contagiare e non hanno l'esperienza per affrontare una situazione di simile portata. Medici di base, pediatri e guardie mediche ovvero i medici della medicina territoriale non lavorano sul campo e non sanno come si prende in carico un paziente, si sentono a disagio e impauriti. Secondo Mario Conca le U.S.C.A. dovrebbero partire dai reparti di pneumologia e di malattie infettive con medici abituati a gestire questi pazienti.

  Le U.S.C.A. (unità speciali di continuità assistenziale), il D.P.C.M. le ha previste il 9 marzo, le regioni si dovevano adeguare entro il 20 marzo, ad un mese e mezzo dal provvedimento la Puglia è ancora ferma. Le task-force di medici per la gestione domiciliare dei pazienti Covid-19, una ogni 50.000 abitanti, dovevano essere istituite dalle regioni e diventare subito ...

Leggi Articolo »

CONCA AD EMILIANO: “EMULI L’ORDINANZA ABRUZZESE PER PARRUCCHIERI, ESTETISTI E TATUATORI”

Mario Conca scrive ad Emiliano per chiedere la riapertura il 18 maggio, tra le altre attività, di parrucchieri, estetisti e tatuatori. Nella regione Abruzzo è stato già emanato un provvedimento simile e il consigliere chiede al governatore di adottare un provvedimento omologo per la regione Puglia. Tali attività sono ferme da due mesi e la paura del fallimento è per molti una realtà concreta. C'è, inoltre, chi esercita abusivamente queste professioni lavorando a domicilio e non fatturando.; l'assenza di controlli è cronica e quella del lavoro nero è una pratica che non si riesce ad arginare. C'è da aggiungere anche che solo le attività riconosciute e censite potranno rispettare la normativa nazionale in materia di dispositivi di protezione, di sterilizzazione e di distanziamento sociale.

Presidente Emiliano, come potrà evincere dall’ordinanza delle regione Abruzzo, che le allego per opportuna conoscenza, dal 18 maggio prossimo venturo, tra le altre attività, anche i parrucchieri, gli estetisti e i tatuatori/piercier di quella regione potranno riprendere l’attività imprenditoriale che sono stati costretti a chiudere per via dell’emergenza sanitaria. Con la presente sono a chiederle di voler emanare lo stesso ...

Leggi Articolo »

EMERGENZA-URGENZA, CONCA: “EMILIANO E MONTANARO VENGANO A RIFERIRE IN AUDIZIONE, L’INTERNALIZZAZIONE DEL 118 NON E’ PIU’ PROCRASTINABILE”

I volontari del 118 non sono più disposti a fare 15 turni al mese per 150 euro e il sistema rischia di andare in tilt dal momento che non ci saranno più volontari. Si tratta a tutti gli effetti dei lavoratori a nero che prestano la loro opera a false onlus che non offrono, tra l'altro, alcuna tutela. Gli autisti e i soccorritori degli equipaggi non sono ancora riconosciuti dallo Stato come figure professionali ed anche chi è assunto non ha le stesse tutele dei dipendenti pubblici in quanto non risulta internalizzato, malgrado i reiterati annunci in merito da parte dell'Agenzia Regionale Emergenza-Urgenza. Una cosa è certa afferma Mario Conca: "L'associazionismo va superato e ai lavoratori va assicurata pari dignità.".

Ho appena inoltrato richiesta di audizione dell’assessore Michele Emiliano e del capo dipartimento della sanità Vito Montanaro, con data da calendarizzare, in merito ai gravi ritardi accumulati sul fiore all’occhiello del Sistema Sanitario Regionale, l’emergenza-urgenza. Con decorrenza 1 luglio 2020 era prevista l’entrata in vigore dell’art. 17 comma 4 del Decreto Legislativo 117/2017, ma a causa dell’emergenza Covid-19, con il ...

Leggi Articolo »