Lo Stato deve tornare a fare lo Stato…Forza Genova!

Io non sono per nulla un intransigente e rifuggo ogni forma di massimalismo perverso, però spero che il dramma di Genova sia il colpo di grazia all’anacronistica TAV voluta dal PD e dai potentati economici franco-tedeschi. Mi auguro che da questa tragedia si comprenda che la gestione delle grandi infrastrutture, le autostrade, la sanità, etc…non possano che essere gestite dal Pubblico. Il privato per sua natura deve fare business e per questo sarebbe disposto a sacrificare sentimenti e vite umane. Non può essere giusto, imparziale e missionario. Qui ci vuole una campagna di abbattimenti e ricostruzioni epocale per un’Italia in cui molte infrastrutture nodali (scuole, ospedali, tribunali, viadotti, ponti, etc…) sono oramai arrivate con il tempo praticamente a lambire, se non a valicare, il loro fine-vita strutturale. Notate quanti fenomeni simili negli ultimi anni, quanti crolli di cavalcavia improvvisi, bombe a orologeria. Tutti epifenomeni riconducibili alla stessa causa: l’erroneità del convincimento che in un territorio come il nostro, a grave rischio sismico e geomorfologico, una volta realizzata un’opera questa sia “per sempre”, come un diamante.

Purtroppo, dall’azione di governo PD/FI appena cessata, emerge chiaramente un’Italia gestita come uno Stato africano, una Colonia con parvenza di autonomia interamente organica, se non addirittura subalterna, ai potentati stranieri europei ed americani. Scelte DIVERSE oggi sono più che possibili, anzi, sono quasi obbligatorie! E solo lo Stato può farsene carico.

Mi auguro trovino il coraggio di farlo!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

x

Check Also

Nomina del Direttore Sanitario dell’IRCCS  “Saverio De Bellis” di Castellana Grotte: Richiesta chiarimenti.

Al  Presidente della G. R. della Puglia e Assessore alle Politiche sanitarie protocollogeneralepresidenza@pec.rupar.puglia.it Al Direttore ...