Piano “Dopo di noi”. Conca (M5S) interroga la Giunta. “Perchè non sono ancora stati pubblicati gli avvisi per farlo partire?”

 

Piano “Dopo di noi”. Conca (M5S) interroga la Giunta. “Perchè non sono ancora stati pubblicati gli avvisi per farlo partire?”

 

Conoscere quale sia lo stato delle procedure attuative del piano regionale “Dopo di noi” e le ragioni del ritardo della pubblicazione degli avvisi necessari a rendere operativi il piano. È l’oggetto dell’interrogazione depositata dal consigliere del M5S Mario Conca all’indirizzo dell’assessore regionale al Welfare Ruggero.

Il Piano regionale “Dopo di noi” è stato approvato con una delibera di giunta il 14 marzo 2017 e ha come obiettivo l’accompagnamento verso l’autonomia delle persone con disabilità prive di supporto familiare. Tra le misure più significative previste dal piano, c’è il supporto alla domiciliarità in abitazioni o gruppi appartamento che riproducano le condizioni abitative e relazionali della casa familiare e  la realizzazione di soluzioni alloggiative di tipo familiare e di co-housing sociale. Per questi interventi è prevista la realizzazione di un avviso rivolto ad associazioni di familiari, organizzazioni, cooperative di comunità; per gli interventi a diretto beneficio delle persone con disabilità la Regione deve invece assegnare agli ambiti territoriali le risorse destinate ai progetti personalizzati, mentre le azioni di accompagnamento, informazione e comunicazione devono essere realizzate attraverso convenzioni con le organizzazioni regionali di tutela e di rappresentanza.

Vista la delicatezza delle tematiche trattate dal pianodichiara Conca bisogna procedere nel più breve tempo possibile all’avvio di tutte le azioni per renderlo immediatamente operativo. Non comprendiamo invece perché sia tutto fermo da oltre un anno, nonostante ci siano a disposizione oltre 8 milioni di euro tra fondi nazionali e regionali. Chiediamo alla Giunta tempi certi per la partenza degli avvisi e verificheremo che siano rispettati. Le persone con disabilità non possono attendere i tempi della burocrazia regionale.”

 

Qui di seguito l’interrogazione integrale:

 

Al Presidente del Consiglio della Regione Puglia

Dott. Mario Cosimo Loizzo

 

SEDE

 

OGGETTO: Interrogazione – stato procedure “Dopo di Noi”.

 

 

Il sottoscritto Consigliere Regionale Mario Conca, componente del gruppo consiliare del M5S,

 

PREMESSO CHE:

– l’articolo 3, comma 1, della I. n. 112/2016, ha istituito il Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, per il finanziamento di interventi mirati per la promozione di progetti personalizzati per il “Dopo di Noi” e per la sperimentazione di soluzioni innovative per la vita indipendente per persone con disabilità senza il necessario supporto familiare;

– il DM 23/11/2016 ha approvato il riparto della prima annualità del Fondo nazionale per il “Dopo di Noi”, pari complessivamente a Euro 90.000.000,00, assegnando alla Regione Puglia Euro 6.210.000,00;

 – l’articolo 6 del citato DM 23/11/2016 dispone che le Regioni adottino indirizzi di programmazione per l’attuazione degli interventi e dei servizi di cui all’articolo 3 dello stesso Decreto, nel rispetto dei modelli organizzativi regionali e di confronto con le autonomie locali, e comunque prevedendo il coinvolgimento delle organizzazioni di rappresentanza delle persone con disabilità;

– la Giunta Regionale ha provveduto ad approvare con Deliberazione n. 351 del 14 marzo 2017 il  Piano Operativo per il “Dopo di Noi” (2017-2019), la cui dotazione finanziaria era determinata dalla sola assegnazione di fondi per l’annualità di competenza 2016, pari ad Euro 6.210.000,00;

–  Il Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, con DM del 21.06.2017 ha provveduto ad approvare anche il riparto della dotazione di Euro 38.300.000,00 per l’annualità 2017, che assegna alla Regione Puglia l’importo di Euro 2.642.700,00;

– la Giunta regionale ha quindi approvato con delibera 3.10.17 n. 1584 l’integrazione al Piano Operativo per il “Dopo di Noi” (2017-2019), prendendo atto dell’assegnazione integrativa;

– complessivamente il fondo del Piano operativo per il Dopo di noi assegnato alla Regione Puglia per le annualità 2016-2017 è quindi pari ad euro 8.852.700,00;

– tra gli obiettivi del Piano vi sono l’accrescimento della consapevolezza e accompagnamento verso l’autonomia, la promozione dell’inclusione sociale per favorire l’autonomia e l’autodeterminazione, sostegno alla permanenza temporanea, de istituzionalizzazione e supporto alla domiciliarità in abitazioni o gruppi appartamento che riproducano le condizioni abitative e relazionali della casa familiare, la realizzazione di soluzioni alloggiative di tipo familiare e di co-housing sociale;

– le modalità di attuazione del Piano sono le seguenti: per gli interventi a diretto beneficio delle persone con disabilità la Regione deve assegnare agli ambiti territoriali le risorse destinate ai progetti personalizzati (linea A e B), per gli interventi che mirano a realizzare opportunità abitative innovative il Piano regionale prevede la realizzazione di un avviso rivolto ad associazioni di familiari, organizzazioni, cooperative di comunità etc. (linea C), mentre le azioni di accompagnamento, informazione e comunicazione devono essere realizzate mediante convenzioni con le organizzazioni regionali di tutela e di rappresentanza (Linea D);

– stante la delicatezza degli interessi coinvolti e la disponibilità delle risorse finanziarie, occorre celermente procedere all’avvio concreto delle azioni previste dal Piano Operativo, che avrebbero dovuto essere attivate già nei primi mesi del 2017.

Tanto premesso

INTERROGA LA GIUNTA E L’ASSESSORE COMPETENTE PER:

conoscere lo stato delle procedure attuative del Piano Operativo per il “Dopo di Noi”e le ragioni del ritardo nella pubblicazione dei connessi avvisi.

Bari, 29.05.18

Il Consigliere Regionale

Mario Conca

Lascia un Commento

x

Check Also

O TI ALLINEI O TI SILENZIANO

“Prima di tutto vennero a silenziare Trump, e fui contento, perché mi era antipatico. Poi ...