DIGITAL DIVIDE, UN GAP INCOLMABILE CHE CI HA RESI SCHIAVI E CONSUMATORI

Certo che noi italiani siamo proprio fessi o, per usare un eufemismo, siamo affetti da esterofilia acuta e cronica. Qualche giorno fa sentivo alla radio che nella nostra nazione circolano già 7000 monopattini a noleggio distribuiti su otto città. Una mobilità sostenibile che, da una parte fa spendere soldi all’Italia e, dall’altra, fa arricchire nazioni straniere. A Roma, per fare un esempio, vi sono 4 aziende che li noleggiano, tre sono californiane e una è tedesca. Già questo dovrebbe farci riflettere, se poi valutassimo il fatto che vengono gestite perlopiù via App da incorporation d’oltralpe, è naturale che questi operatori dell’ultimo miglio paghino la maggior parte delle tasse all’estero, con grave nocumento per la fiscalità generale. Ovviamente, i monopattini vengono prodotti all’estero e importati, magari acquistati anche con parte dei 120 milioni di euro stanziati dallo Stato, mentre i nostri rivenditori italiani e i produttori del bel paese, se ve ne sono, li guardano solo sfrecciare a 25 km all’ora.

Meno male che se cadi dal monopattino, più soventemente sui sampietrini capitolini, almeno gravi completamente.sul sistema sanitario nazionale, che culo. Come saprete, infatti, in emergenza urgenza i nostri pronto soccorsi ti curano senza chiederti l’assicurazione o la nazionalità, mica siamo l’America, il nostro SSN si ispira al modello anglosassone Beveridge, anche se è sempre meno solidaristico ed universalistico.

L’elenco sarebbe molto più lungo, ma vi basterà sapere che se prenotate un albergo con un portale di booking online, state pagando le tasse in Olanda e state rimpinguando le casse di Expedia e Priceline quotate al Nasdaq di NewYork. Se prendete un bus di lunga percorrenza state facendo, sempre di più purtroppo, la fortuna della teutonica Flixbus. Se prenotate cibo da asporto, invece, i marchi a capitale straniero, scaricabili da google play ed apple store, si sprecano. Se fate una ricerca su google potrete continuare voi con la lista, ma sappiate che con le adwords state facendo pagare le tasse in Irlanda alle aziende che si pubblicizzano e, contestualmente, state alimentando paradisi fiscali alle dipendenze di MountainView.

Questa la chiamano gig economy, ma, in realtà, per noi italiani è un gioco a perdere che, tradotto, significa che siamo schiavi e consumatori di un capitalismo che viaggia in rete ed è spietato! Spero che un giorno il patriottismo e il senso di appartenenza dei francesi possano contagiarci, visto che, ancora oggi, per gli acquisti online preferiscono il .fr al .com e chiamano il personal computer…ordinateur!

P.S. Se hai letto fin qui, sappi che abbiamo contribuito a far guadagnare Facebook senza fare sponsorizzate, considerato che, il libro delle facce, è user generated content, si alimenta con i nostri post.

Mario

x

Check Also

LA FAMIGLIA!

Oggi è il compleanno di Desirée, la più piccola e peperina dei nostri 4 figli…family ...