Asl Bari – Richiesta Rotazione Capi Dipartimento

All’ASL Bari
in persona del Direttore Generale p.t.

OGGETTO: richiesta chiarimenti rotazione personale.

Il sottoscritto Mario Conca, Consigliere Regionale del Movimento 5 Stelle
PREMESSO CHE
– nel settore sanitario il “rischio” connesso alla mancata e/o carente osservanza delle norme in materia di trasparenza e/o dei criteri di imparzialità e/o all’uso distorto della discrezionalità, assume ulteriore rilievo anche per gli aspetti inerenti la qualità delle cure. La corruzione può essere favorita dall’incrostarsi di funzioni, responsabilità e relazioni negli stessi incarichi, non fosse altro per la confidenza e la forza dell’abitudine che emergono. L’alternanza tra più professionisti nell’assunzione delle decisioni e nella gestione delle procedure riduce invece il rischio che possano crearsi relazioni particolari tra amministrazioni ed utenti, con il conseguente consolidarsi di situazioni di privilegio e l’aspettativa a risposte illegali improntate a collusione;
– in tale prospettiva la legge 190/2012 ha imposto l’obbligo di rotazione degli incarichi nella P.A.;
– con deliberazione DG 128/2019 codesta ASL ha adottato il Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2019-2021;
– nel predetto Piano con riferimento alla rotazione del personale sono riportati i principi generali applicabili in materia e vengono altresì richiamati i provvedimenti sinora approvati per garantire la rotazione degli incarichi dirigenziali;
– con espresso riferimento all’ambito sanitario con la deliberazione n. 831/16 ANAC ha chiarito che “le posizioni di Capo dipartimento (funzioni prevalentemente gestionali) sono anch’esse assegnate per concorso, seppure la scelta avvenga all’interno di una rosa di idonei: poiché sotto il profilo del requisito soggettivo l’incarico di Capo dipartimento deve essere conferito ad un Dirigente di UOC tra quelli afferenti al dipartimento, è possibile ritenere che tutti i dirigenti di quel dipartimento siano potenzialmente suscettibili di ricoprire a rotazione l’incarico”;
– pertanto anche l’incarico di Direttore di Dipartimento deve essere sottoposto a rotazione, sì che lo stesso non può essere assegnato al medesimo soggetto che lo ha già ricoperto;
– all’evidenza l’applicazione della rotazione esclude che il Direttore cessato dalla carica vada a rivestire il ruolo di Vice Direttore o che comunque sia chiamato a svolgere, anche in parte, delle medesime funzioni;
CONSIDERATO CHE
– è interesse dello scrivente conoscere sia il periodo di permanenza nel medesimo incarico degli attuali Direttori di Dipartimento sia gli incarichi di Direttore di Dipartimento che saranno soggetti a rotazione e che pertanto, alla scadenza, in applicazione dei principi di cui innanzi, non saranno riassegnati al medesimo dirigente e se fra questi rientra quello di Direttore del Dipartimento di Salute Mentale ;
Tutto ciò premesso
Chiede
a codesta ASL conoscere sia il periodo di permanenza nel medesimo incarico degli attuali Direttori di Dipartimento sia gli incarichi di Direttore di Dipartimento che saranno soggetti a rotazione e che pertanto, alla scadenza, in applicazione dei principi di cui innanzi, non saranno riassegnati al medesimo dirigente e sa fra questi rientra quello di Direttore del Dipartimento di Salute Mentale.
Mario Conca

x

Check Also

Facciamo Scuola, 3 milioni di restituzioni per le scuole pubbliche!

Oltre 3 milioni di euro dalle restituzioni volontarie dei portavoce del Movimento 5 stelle andranno ...