Il consigliere della Regione Puglia Mario Conca.
Il consigliere della Regione Puglia Mario Conca.

CONCA, LE PROPOSTE PER LA REGIONE PUGLIA

Quali sono le nostre proposte per la Regione Puglia? Ne parla Mario Conca nell’articolo di Raimondo Rodia su Venti di Ponente:

Un vecchio adagio popolare citava testualmente “Tra i due litiganti il terzo gode ” si potrebbe riassumere così sinteticamente la battaglia del 20-21 settembre 2020 per guadagnare i galloni di governatore di Puglia. Tutti aspettano una lotta all’ultimo voto tra il governatore uscente Emiliano, espressione di una parte del centro-sinistra, e Fitto, già governatore di Puglia ed ora a rappresentare il centro-destra.

         La sorpresa, la novità potrebbe essere l’outsider Mario Conca, consigliere 5 stelle nell’ultima legislatura in Puglia. Ma chi è Mario Conca? Nato ad Esslingen, città tedesca situata nel land del Baden-Württemberg, il 3 maggio 1971, attualmente risiede a Gravina di Puglia, dove da oltre trent’anni, dopo essersi laureato in Lingue Straniere, si occupa di trasporto passeggeri su strada nell’azienda di famiglia, “Conca Autolinee”, attiva nel settore del trasporto pubblico sin dal 1980. Tra le altre, si è occupato anche di organizzazione turistica, dopo aver conseguito il titolo di direttore tecnico di agenzia viaggi, dedicandosi così alla produzione, organizzazione o intermediazione di viaggi e di altri prodotti turistici. Sposato con Mariolina è padre di quattro figli che si chiamano Giuditta, Vito, Luisa e Desirée.

          Conca è stato eletto Consigliere Regionale nella circoscrizione di Bari per la lista del Movimento 5 Stelle, per il quale ha svolto il ruolo di componente della Commissione Programmazione, Bilancio e Finanze e della Commissione Assistenza Sanitaria e Servizi Sociali.

         Nel febbraio del 2020 Mario Conca, il favorito tra i consiglieri pentastellati come candidato alla presidenza della regione Puglia, viene inaspettatamente escluso dalle votazioni interne sulla nota e famosa piattaforma Rousseau. Questo brevemente il passato recente, nel presente si candida al ruolo di governatore sostenuto da due liste civiche di cui la prima, Cittadini Pugliesi, creata e direttamente eterodiretta da Mario Conca.

         Quali, a questo punto, le linee e le proposte programmatiche di Conca nel caso dovesse ascendere a Governatore della Puglia? In ordine strettamente alfabetico, le prime sotto la lente d’ingrandimento sono l’Agricoltura, una volta settore primario. La Puglia da sempre a tal riguardo si è dimostrata ai vertici per la produzione di olio di oliva, vino, olive da tavola, uva da tavola, ortaggi, grano. Ma essere il primo produttore non significa essere anche un buon venditore del proprio prodotto. Proprio su questo l’aspetto principale su cui i programmi di sviluppo di Conca vertono, ovvero una buona organizzazione del lavoro che supporti tutta la filiera dell’agro-alimentare. Quindi, una maggiore attenzione al marketing e alla commercializzazione del prodotto. Per questo motivo il programma politico di Mario Conca prevede un’incentivazione a creare consorzi e cooperative agricole di produttori per una programmazione capillare nella vendita. Una filiera dove tutte le attività di produzione, trasformazione e vendita rimangono nei confini regionali dando ulteriore lavoro alle nuove generazioni di pugliesi, non più costretti ad emigrare per trovare un posto di lavoro. Anche la costituzione di magazzini frigo e altro per sviluppare lavoro e commercializzazione di alcuni prodotti facilmente deperibili.

         Inoltre la grossa novità da introdurre, meglio dire da reintrodurre, è la filiera del tessile con il ritorno alla produzione di filati di cotone, lino e seta non più prodotti in regione con produzione e trasformazione in loco del prodotto finale. Prodotti di nicchia come il Bisso, preziosa lanuggine proveniente dalla Cozze Penna (Pinna Nobilis). Si prevede anche il ritorno ad un prodotto, quale lo zafferano che vale al peso più del platino, e che peraltro cresce anche selvaticamente nel nostro territorio, tanto che un prodotto locale tradizionale è la scapece di Gallipoli, ovvero pesciolini fritti conservati in botti di legno a strati con mollica di pane imbevuta di aceto e zafferano.

         Che dire poi del tabacco, una volta colonna economica di tante famiglie del Salento. Tornare a produrre le nuove varietà essiccate in forni appositi e non più con le foglie appese su telai di legno ad essiccare al sole. Non solo la produzione delle nuove varietà di tabacco che incontrano il gusto dei fumatori ma anche la pre-manifattura e la manifattura del prodotto com’era fino a trenta anni fa.

Il secondo punto da sviluppare è legato al miglioramento della Sanità per i pugliesi. I cittadini pretendono che il diritto alla salute, costituzionalmente garantito, venga tutelato anche a livello territoriale attraverso cure adeguate, in tempi appropriati.   Mario Conca, nel tempo, si è reso sempre e quotidianamente disponibile non solo ad ascoltare i cittadini, ma anche alla risoluzione, per ciò che era in suo potere, di gravi situazioni relative ad un inadeguato funzionamento del nostro sistema sanitario che continua ad essere gestito secondo logiche personalistiche e clientelari.

         Le denunce di Mario Conca sono state, peraltro, riprese dalle Iene e da altri programmi nazionali con il risultato di mettere in cattiva luce l’operato del presidente Emiliano e di coloro che lo hanno preceduto Fitto e Vendola nella gestione del Sistema Sanitario dove continuano a regnare sprechi e malaffare.

       In ultimo, ma non certo per importanza, il rilancio del Turismo in una terra potenzialmente magica, con la dovuta organizzazione del territorio, con l’introduzione del City Marketing in ogni località della lunghissima regione Puglia, per avere il massimo dal punto di vista turistico e di creazione di posti di lavoro, tenendo conto dalle peculiarità di ogni territorio comunale. La lista “Cittadini Pugliesi ” sarà il primo seme del futuro movimento nazionale legato all’altro celebre fuoriuscito dei 5 Stelle, il giornalista Gianluigi Paragone.

x

Check Also

O TI ALLINEI O TI SILENZIANO

“Prima di tutto vennero a silenziare Trump, e fui contento, perché mi era antipatico. Poi ...